La nostra storia

La storia di Amici per il Centrafrica inizia nel 2000 quando la nostra fondatrice Carla Maria Pagani decise di far visita alla zia Suor Beniamina Pagani, missionaria a Zomea nella foresta dei Pigmei in Repubblica Centrafricana.

La figura di Suor Beniamina Pagani ha un ruolo fondamentale nella storia di Amici per il Centrafrica. Di origini comasche, classe 1933, a soli 19 anni entra a far parte della congregazione delle missionarie comboniane. Nel 1962 Beniamina parte in missione per il Congo, vive la ribellione dei Simba ed affronta un periodo di prigionia insieme a quattro consorelle. Successivamente in Belgio studia e si specializza in ostetricia, come sua seconda missione viene destinata in Repubblica Centrafricana per occuparsi dei rifugiati sudanesi. Dal 1969 opera nell’ospedale di Mbaiki in Lobaye voluto per i rifugiati sudanesi dalla Croce Rossa Internazionale.
Suor Beniamina diviene “responsabile della Congregazione Centrafrica e Ciad” e s’impegna concretamente per promuovere formazione, cure sanitarie e rispetto dei diritti umani. 
Dal 1999 Suor Beniamina vive la sua missione a Zomea, nella foresta sudoccidentale del Centrafrica al confine con il Congo, occupandosi dell’etnia dei Pigmei Aka.

Proprio a Zomea, nell’agosto del 2000, la fondatrice dell’Associazione Carla Maria Pagani si reca in visita alla zia Suor Beniamina. Carla rimane colpita dal livello di povertà, dalla sofferenza che regna e dalla carenza di mezzi a disposizione delle suore comboniane.  

Carla, al suo rientro in Italia, decide di attivarsi ed impegnarsi nella costruzione di un Centro Sanitario, il Centro Mama Silvana. Carla arriva diretta al cuore coinvolgendo amici, organizzando raccolta fondi, raggruppando coloro che volontariamente mettono a disposizione professionalità e competenze.

Si formano così gruppi di lavoro in Lombardia, in Veneto e in Trentino: è il 2001 e l’Associazione Amici per il Centrafrica nasce ufficialmente come Onlus.

centrafrica, storia

Come sostenerci?

Iscriviti alla nostra Newsletter